SessionImage

x

Le migliori offerte & consigli per il viaggio!

Iscrizione gratuita alla Newsletter

Home  |  DE
Castelli e manieri in Val Pusteria – le informazioni più importanti
Castello di Brunico
Castelli in Val Pusteria
Magnifici castelli e manieri dominano l'area vacanza Val Pusteria nell'est dell'Alto Adige…
Le nostre TOP-offerte!
Il TyrolIl Tyrol Mercatini di Natale
vai all'offerta
Hotel RudolfHotel Rudolf All I want for Christmas
vai all'offerta
Hotel RudolfHotel Rudolf Dolomiti Super Première 4=3
vai all'offerta
Tutte le offerte in Val Pusteria

Castelli e manieri in Val Pusteria

   
La Val Pusteria, come il resto dell'Alto Adige, fa parte di un territorio che, confrontato al resto d'Europa, conta un gran numero di castelli. Il mix di magnifici manieri e imponenti castelli rallegra grandi come piccoli vacanzieri provenienti da tutto il mondo.

Alcuni di questi castelli medievale si possono vedere anche con una visita guidata; altri invece sono di proprietà privata. Indipendentemente dal fatto che vogliate visitare una leggendaria rovina come la Rovina di Rasun Vecchia, oppure camminare da una stanza all'altra presso il Castello di Brunico e sentire il fascino antico – i castelli e i manieri in Val Pusteria Vi regalano momenti interessanti ed emozionati.

I castelli più famosi della Val Pusteria


Senza dubbio, il Castello Tures a Campo Tures e il Castello di Monguelfo, all'ingresso della Val Casies, sono i castelli più famosi della Val Pusteria. Ovviamente possono essere visitati entrambi.

Immagini del castello di Tures e del castello di Monguelfo

castel turescastello di tures alto adigecastello monguelfocastello turesvista castel welspergvista sul castel welsperg

Ma ci sono ancora altri castelli in Val Pusteria che fanno battere più forte il cuore di ogni amante di cultura e storia. Brevemente vi presentiamo anche questi castelli:

Castello di Rodengo


Il Castello di Rodengo venne eretto nel XII secolo e vanta di conseguenza un passato lungo e movimentato. Il castello, appartenente al comune di Rodengo, è noto in particolare per i suoi affreschi del "Ciclo di Iwein". Le variopinte pitture murali sono opera dell'artista tedesco Hartmann von Aue, che le realizzò nel Castello di Rodengo tra il 1200 e il 1230. Gli affreschi sono stati scoperti, riportati alla luce e restaurati nel 1972. Sono considerate le più antiche pitture murali profane di tutta l'area tedesca. Merita una visita in particolare anche la cappella dedicata a San Michele, il forno, la sfarzosa armeria, e il soleggiato giardino del castello dai mille colori, che invita a fare una sosta.

Contatto: Castello di Rodengo | Frazione Villa, 1 | 39037 Rodengo | Info: www.rodenegg.it Link esterno



La Chiusa di Rio Pusteria


Forse appartenete alla generazione che, fino al 1994, ha attraversato la Chiusa di Rio Pusteria in auto. Per gli altri, guardando la Chiusa di Rio Pusteria oggi, inimmaginabile. Infatti, fino al 1994 la statale della Pusteria passava ancora direttamente sotto le mura di questa storica fortificazione. Il complesso venne edificato intorno al 1460 ed era adibito a residenza fortificata e allo sdoganamento dei trasporti merci che in questo punto varcavano il confine tra la contea del Tirolo e quella di Gorizia di cui l'intera Pusteria faceva parte fino alla Chiusa di Lienz. Chi non era in grado di pagare il dazio dovuto sotto forma di denaro, doveva lasciare una parte della sua merce. Ma lo sbarramento difensivo fu anche teatro di cruenti scontri bellici, specialmente durante la guerra di successione spagnola e le successive guerre napoleoniche che qui culminarono nell'insurrezione dei tirolesi del 1809.

Contatto: Associazione Mühlbacher Klause - Onlus | Via Sonnleiten, 30 | 39037 Rio di Pusteria | Tel.: +39 0472 886048 | Info: www.muehlbacherklause.it Link esterno



Castel Ehrenburg / Casteldarne


A Casteldarne, sulla riva sinistra del fiume Rienza si trova il Castel Ehrenburg / Casteldarne. Fu costruito dai conti Künigl ed è oggi di proprietà privata, pertanto, non può essere visitato. Il complesso fu eretto nel 12° secolo, dopo è stato rinnovato e ampliato. Dal punto di vista architettonico si tratta di un edificio molto particolare. Il Castello si articola in due parti: a sud si trova la parte vecchia, l'area d'ingresso, la quale non ha subito modifiche architettoniche e a est c'è l'ala barocca, modificata nel 1732. Il cortile ad arcate, immediatamente dopo l'area d'ingresso, costituisce il „gioiello“ del castello, il centro del nuovo corpo più recente: su 3 lati si elevano magnifiche arcate su colonne di granito e capitelli finemente lavorati.



Le rovine del Castello di Chela a Gais


l Castello di Chela a Gais risale al 12esimo secolo. Attorno al 1545 la tenuta è stata assegnata a Hans von Rost il quale ha ristrutturato il castello. Nel 1891 il vescovo di Kosice ha acquistato il Castello di Chela. Quest'ultimo ha modernizzato alcuni reparti e fece fallimento. L'anno 1944 è stato un grande anno di destino per l'idilliaco castello. Il Castello di Chela è stato danneggiato da un grande incendio e da allora è abbandonato alla rovina. Anche della cappella, una volta ampiamente allestita con oggetti di arte preziosi, sono rimaste solamente le mura nude. Lungo il sentiero nr. 2 da Gais si possono raggiungere le rovine del castello in circa un'ora.



Castello di Heinfels


A Heinfels, nel Tirolo orientale a pochi chilometri da Sillian, l'occhio del visitatore cadrà subito su un imponente complesso fortificato: il Castello di Heinfels. Il castello, la cui storia risale al V secolo, è stato ristrutturato tra il 2016 e il 2020 ed è ora aperta al pubblico. Costruito soprattutto a scopi difensivi, il complesso è riconoscibile ancora oggi dalle numerose feritoie e palizzate. La parte più antica conservata ancora oggi risale al XIII secolo. La parte occidentale del complesso, invece, fu costruita nel XVIII secolo. In questa zona si trova anche il gioiello del Castello di Heinfels: l'impressionante sala dei cavalieri. E dopo il tour del castello, una sosta alla taverna ovviamente è un must.

Contatto: Museo Burg Heinfels | Panzendorf, 1 | A – 99019 Heinfels | Info: burg-heinfels.com Link esterno



Castello Bruck a Lienz, Tirolo orientale


Sopra i tetti di Lienz troneggia quella che una volta era la residenza dei Conti di Gorizia, Castello Bruck, eretto nel XIII secolo con la funzione di struttura di rifugio e di difesa. I Conti di Gorizia, che all'epoca erano i proprietari di Castello Bruck, sottoposero l'edificio a costanti trasformazioni e ampliamenti. Il castello situato sopra Lienz divenne successivamente la residenza dei baroni di Wolkenstein-Rodenegg. Ancora ben conservata fino ad oggi è la cappella del castello su due piani, risalente al XIII secolo. Dal 1943, Castello Bruck è di proprietà della città di Lienz. Il castello è stato magnificamente restaurato nel 2000 e ospita oggi il museo civico della città di Lienz e la mostra del pittore Albin Egger-Lienz.

Contatto: Castello Bruck | Schlossberg, 1 | A – 9900 Lienz | Info: www.museum-schlossbruck.at Link esterno



La polveriera della Lienzer Klause


Il nome "Lienzer Klause" indica la chiusa situata a ovest di Lienz. Qui, dove termina la Val Pusteria, si trova anche la polveriera. La Lienzer Klause è costituita da tre parti: La struttura della chiusa e la polveriera risalgono ancora al tardo Medioevo, mentre la casamatta fu eretta in stile barocco. Il complesso di edifici ebbe per molti secoli la funzione di fortezza difensiva. La fortificazione venne menzionata per la prima volta nei documenti nel 1241. A quel tempo la chiusa apparteneva ai vescovi di Bressanone, che l'avevano fatta erigere come baluardo di difesa in seguito ai contrasti bellicosi con i Conti di Gorizia. Successivamente i Conti di Gorizia riuscirono a prenderne possesso. Nel 1809, durante il periodo delle lotte per la libertà in Tirolo, la fortezza fu nuovamente teatro di importanti battaglie. A quel tempo i fanti della territoriale di Tirolo e di Sesto riuscirono ad avere la meglio negli scontri presso la chiusa di Lienz. I francesi dovettero battere in ritirata. Oggi, la Lienzer Klause, è magnificamente restaurata e veniva realizzato anche un sentiero tematico lungo 200 m, arricchito di grandi cartelli esplicativi per fornire informazioni sulla storia della Lienzer Klause.

Contatto: Lienzer Klause | Burgfriedenn 6 | A – 9900 Burgfrieden | Info: www.osttirol.com Link esterno


Castelli e manieri ...


Castello di Tures
Castello di TuresUn tuffo nel passato, in epoca medievale ...
di più
Castello di Monguelfo
Castello di MonguelfoViene spesso utilizzato per concerti estivi ...
di più
 

Luoghi preferiti in Val Pusteria con castelli e manieri ...


Monguelfo
MonguelfoLocalità vacanziera nel cuore della Val Pusteria ...
di più
Campo Tures
Campo TuresLa località vacanze delle Valli di Tures e Aurina ...
di più
Rodengo
RodengoIl mite clima e l'autentico paesaggio naturale...
di più
Rio di Pusteria
Rio di PusteriaIdeale per una vacanza piacevole con tutta la famiglia ...
di più
Chienes
ChienesSplendida posizione, non lontano dal Plan de Corones ...
di più
Gais
GaisPiccola e affascinante località vacanziera ...
di più
Comune di Heinfels
Comune di HeinfelsRilassante vacanza in Pusteria nel Tirolo Orientale ...
di più
Lienz
LienzUn cordiale benvenuto nella città del sole del Tirolo Orientale ...
di più
 

Natura e cultura in Val Pusteria ...


Musei e mostre
Musei e mostreLa Val Pusteria è una delizia per gli amanti della cultura ...
di più
Laghi in Val Pusteria
Laghi in Val PusteriaRinfrescanti e popolari mete per escursioni ...
di più
Natale in Val Pusteria
Natale in Val PusteriaTanti piccoli paradisi invernali vi aspettano in Val Pusteria ...
di più
Parchi & risorse naturali
Parchi & risorse naturaliProtette bellezze naturali in Val Pusteria ...
di più
Scoprire e godersela
Scoprire e goderselaScoprite e provate di più! Godetevi la Val Pusteria ...
di più

Ulteriori alloggi in Val Pusteria...


Tipo di alloggi: Hotel secondo categoria: Vacanze a tema:
Alloggi in Val Pusteria

I migliori alloggi in Val Pusteria

NewsletterIscrizione alla Newsletter
E-Mail

 
Newsletter
Alloggi
I numerosi castelli in Val Pusteria Vi portano nel passato, dove è possibile seguire le ombre dei Vostri antenati.
Val Pusteria